BIENNALE DEL DISEGNO, RIMINI

18 giugno 2016 § 0 Commenti

Seconda Edizione, 2016

A cura di A. Bigi Iotti, M. Paderni, M. Pulini, G. Zavatta

Catalogo NFC Edizioni, 2016

23 aprile – 10 luglio 2016

Museo della Città

logo-biennale-150

All’interno della sezione presso i Musei Comunali della Seconda Edizione della Biennale del Disegno, curata da Alessandra Bigi Iotti, Marinella Paderni, Massimo Pulini, Giulio Zavatta, è possibile ammirare insieme ad opere di insigni artisti moderni e contemporanei, un lavoro di Antonio Marchetti, Testa del 2011.
Presentiamo per la pagina di VarioSonDaMeStesso l’immagine dell’opera tratta dal catalogo completo, edito per NFC Edizioni, 2016.

Antonio Marchetti, Testa, 2011

testa

Spilli e filo di cotone nero su cartone, mm 400×300, Rimini, Collezione privata.

 

Nello stesso termine “profilo” si potrebbe scorgere una ragione concettuale e tautologica, alla tecnica usata nella realizzazione di quest’opera. Un unico filo nero, si sostituisce al segno di una penna e senza stacchi, riesce a tracciare le linee portanti di una testa girando intorno a cento sottili spilli, piantati come paletti sopra il supporto di cartone.

Solo la fessura dell’occhio circoscrive un secondo tratto di filo che insiste più volte sulla pupilla, fornendo un’espressione al volto che si direbbe meditativa.

La geometrica linea compone, sul capo, un’architettura turrita e spigolosa che dona alla Testa un rimando storico, arcaico e moderno insieme, greco e cubista.

Il lungo filamento sospeso, sottoposto a un zigzagante volo di mosca, proietta una fitta moltiplicazione di ombre che restituisce un volume prospettico e prismatico al viso facendolo divenire un gioco infinito quasi geomantico.

Antonio Marchetti, nel vasto ventaglio delle sue applicazioni artistiche, amava dedicarsi ad aforismi dell’immagine e della lingua, questo disegno ne è esempio singolare. Il motto di Gregorio Comanini “vario son da me stesso” che Antonio prese a emblema, sintetizza una natura multiforme che spinge a interpretare anche quest’opera come un enigmatico Autoritratto.

Massimo Pulini

copertina

What's this?

You are currently reading BIENNALE DEL DISEGNO, RIMINI at Antonio Marchetti.it.

meta