Biography

.

Antonio Marchetti è nato a Pescara il 2 dicembre 1952. Vive e lavora a Rimini.

Hanno scritto del suo lavoro:
Alberto Boatto, Virginia Cardi, Cristina Marabini, Umberto Palestini, Vittoria Coen, Gianni Scalia, Charles Debierre, Gianfranco Pernaiachi, Lucia Spadano, Giulio Guberti, Giacinto Di Pietrantonio, Franco Marcoaldi, Renato Barilli, Ivo Gigli, Valeria Tassinari, Claudio Cerritelli, Franco Masotti, Serena Simoni, Giorgio Marcon, Stefano Levi Della Torre, Anna Maria Bernucci, Paola Del Bianco.
25 Maggio 2005 – Rai international, Taccuino italiano. Andrea Di Consoli intervista Antonio Marchetti su Flaiano e Pescara (edizioni Unicopli).

Suoi testi, interviste o recensioni del suo lavoro di ricerca sono apparsi su: Alfabeta, Panorama, La Rivisteria, La Repubblica, “Rassegna delle riviste” terza rete radiofonica a cura di Franco Marcoaldi, Flash-Art, Il giornale dell’arte, Segno, La Terra del Fuoco, Tracce, Arte e cronaca, Radio Popolare Milano, Op.Cit., Il Grandevetro etc. Da alcuni anni collabora alla rivista Il Grandevetro.


"Obesa"

Selected group exhibitions:

2012 “Souvenir”. Torri d’Italia. Progetto ad hoc per Gran Touristas. Biennale di Architettura di Venezia.

2011 Biblioteca Gambalunga di Rimini: “Come ho dipinto alcuni miei libri” Comment j’ai écrit certaines de mes livres (Raymond Roussel) a cura di Antonio Marchetti. http://www.youtube.com/watch?v=jfKR3MoN8go

2011 Padiglione Italia, Abruzzo, alla 54° Esposizione Internazionale d’arte della Biennale di Venezia. Ex Aurum Pescara, Fortezza Borbonica di Civitella del Tronto

2o10 Galleria Comunale Santa Coce, Cattolica: “Fermarsi”, a cura di Carlotta Frenquellucci. Collaborazione di Rosita Lappi

2010 Renazzo di Cento. Museo S. Parmeggiani: “PUERTO SEBASTIAN”. Il mito di San Sebastiano nell’arte contemporanea”, a cura di Lucio Scardino.

2003 “La galleria dell’Accademia”, Libera Accademia di Belle Arti di Rimini.

2002 “Una collezione d’arte della Provincia di Ravenna”, mostra itinerante a cura di Enzo Dall’Ara.

1999 Harelbeke (Belgio), “Stil Leven”

1998 Rimini, Galleria dell’immagine: “Arte e Architettura cimiteriale”

1998 Castelbasso, “Trasalimenti”, a cura di Gabriele Di Pietro

1997 Colonnella, “Convergenze”, a cura di C. Cerritelli

1997 Cento, una collezione per l’arte contemporanea. Museo della città.

1996 Longiano, “A Teatro”, Teatro Petrella, a cura di M.V. Cardi

1995 Cervia, Magazzini del sale,”Ombre lunghe”, a cura di M.V. Cardi

1995 Bologna, Associazione Italo francese,”Ombre lunghe”a cura di M.V.Cardi

1994 Ars Lux, sedi varie, Bologna. A cura di Made in Bo e Silvia Grandi (mostra itinerante in diverse città italiane)

1994 Giulianova, “Il design del mare”, a cura di Luciano Secone e Alessandro Mendini.

1993 Pescara, Galleria Manzo, “Grandi opere” a cura di Achille Bonito Oliva

1993 Mondolfo, Chiostro di S.Agostino, “Outsider”, a cura di M.V.Cardi

1991 Milano, Bottega dei vasai, a cura di F. A. Miglietti

1991 “5 Artisti alla Galleria Balena” Rimini

1991 Agorà “L’Eta’ del ferro e della pietra” Giulianova

1991 Milano, Fiera Internazionale Arte Contemporanea

1991 Cattolica,”Anni Novanta”, Le Navi, a cura di R.Barilli

1990 Pescara, “Fuori Uso”, Fabbrica Aurum

1989 Bologna, Galleria d’Arte Moderna, “Materialmente, scultori degli anni Ottanta”, a cura di C. Marabini e D. Auregli

1988 Volpaia, a cura di G.Di Pietrantonio

1987 Bologna, Arte Fiera,”Under 35″ a cura di E. Crispolti

1987 L’Aquila Alternative Attuali, a cura di E. Crispolti – Forte Spagnolo

1986 Caltagirone, VII Rassegna nazionale della ceramica, a cura di G. Dorfles, G. Di Pietrantonio

1985 Nizza, VI Biennale Mediterranea

1984 Bologna, Centro Mascarella

1984 Ortona, Palazzo Farnese, “Linee di scambio”, a cura di G.Di Pietrantonio

1983 Ferrara, Sala Polivalente, “Stilo, progetto polivalente”

Selected solo exhibitions:

2011 Ravenna, Almagià, “Verso il mare aperto”. Installazione per Ravenna Capitale Europea della cultura http://www.ravennawebtv.it/w/?p=29694

2011 Libreria Punto Einaudi, Rimini: “Front cover”

2010 Rimini. “Citycolor”. Galleria Percorsi Arte Contemporanea. http://www.youtube.com/watch?v=I4NCFfeWiM8

2009 Cansano (AQ) Ocriticum-Museo dell’emigrazione: “Memorial Cansano”. http://www.youtube.com/watch?v=uK6GIrSShIM

2008/2009 Libreria Punto Einaudi, Rimini: “Country & City”

2007 “Trasalimenti”, Montepagano Luglio/Agosto 2007, a cura di Gabriele Di Pietro. “City”, undici opere recenti a Palazzo Mezzopreti.

2005 Rimini, Notti Malatestiane, Mondaino. Scenografia virtuale per il Lélio di Hector Berlioz (con Davide Pazzaglia)

2001 Rimini, “Notti Malatestiane”, realizzazione video per il Pierrot Lunaire di Arnold Schömberg

2000 Pesaro, Centro arti visive La Pescheria, “Campi”

1999 Alfonsine, “Casa Vincenzo Monti”.

1997 Ravenna, “Ravenna Festival 1997″, Cripta Rasponi “La camera verde” (http://www.youtube.com/watch?v=YVdwBt2SE5w&feature=youtu.be)

1997 Forlì, Oratorio di San Sebastiano

1996 Verrucchio, Torrione Sant’Andrea. “La Camera Verde”

1996 Ravenna, Pinacoteca Comunale, Santa Maria delle Croci (http://www.youtube.com/watch?v=jYOA7PXD-2c)

1995 Arte Contemporanea Balena, Rimini

1994 Pescara, Galleria Cesare Manzo

1993 Grottammare, Stamperia dell’arancio

1992 Rimini, Galleria Balena

1992 Riccione, Galleria Gian Franco Rosini

1991 Rimini, Galleria Balena

1991 Museo dell’arredo contemporaneo, Russi

1990 Riccione, Galleria Gian Franco Rosini

1989 Bologna, Ass.Italo francese

1989 Rimini, Galleria dell’Immagine, Palazzo Gambalunga

1988 Pescara,Galleria Cesare Manzo

1987 Pesaro, Deposito Figure

1984 Aleph Club Gabicce

1982 Milano Studio Manzo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

THE HOUSE WE ARE LEAVING…

The house we are leaving is altered by events.

Out of its axis, asymmetric, dented and collapsed, nostalgically orphan of its center, of any pretence of control, the house we are leaving is still habitable in our imagery.

We are leaving a century, a millennium still habitable and rithinkable. This is the way I conceive the house we are leaving, the one that represents us: a resistent fall, tenacity in weakness, hope despite lack of balance, recollection of the past’s hardness, lights and shadows.

I’m thinking of a looking-glass house designed in polished, foliated steel reflecting natural or artificial environment, placed in an inside or outside space, enclosed in itself, visible and invisible. A few cuts appear among its slanting surfaces, like wrinkles and scars in an aged body. Crouched on the threshold of this residence is a small figure carved in white stone: a curled up and down of its entrance.

To think and to live are now the same…

 



Cattolica, Le Navi. "Anni Novanta"

.

.